La soluzione: il polietilene.


Ogni progetto moderno deve possedere requisiti di durabilità in relazione all'ambiente nel quale dovrà operare. I pozzetti in polietilene KMC sono sviluppati per garantire un lunghissimo periodo di vita. L'altissimo grado di affidabilità raggiunto dal polietilene ha fatto sì che questo costituisca il 40% del volume totale della produzione mondiale di materie plastiche. Il polietilene utilizzato per la produzione dei pozzetti KMC possiede una elevata resistenza agli agenti chimici, a soluzioni saline, ad acidi, alcali, alcool, benzina e non assorbe acqua o liquidi. Meccanicamente è caratterizzato da elevata resistenza all'urto (anche a basse temperature) e basso coefficiente d'attrito con eccellenti proprietà di anti aderenza. Il polietilene inoltre può essere utilizzato con un range di temperatura compreso tra i – 40°c ed + 80°c. Per le sue proprietà di atossicità può persino essere utilizzato nel settore alimentare. Nel pieno rispetto dell'ambiente, al termine del proprio ciclo di vita è riciclabile al 100%.

Le principali caratteristiche sono:

  • Resistenza eccellente alla corrosione ed ai prodotti chimici
  • Resistenza eccellente all’abrasione
  • Resistenza agli urti
  • Basso coefficiente d’attrito
  • Stabilità dimensionale
  • Riciclabilità al 100%

Il pozzetto in polietilene KMC a condizioni di esercizio normali fino a 20°c e con concentrazione fino al 98% è inattaccabile dall'acido solforico prodotto dall'ossidazione dell'acido solfidrico.

 

Il progetto del pozzetto KMC nasce per offrire soluzioni. Rispetto ai sistemi in calcestruzzo infatti presenta sostanziali differenze. Il carico dinamico viene quasi completamente trasferito ed assorbito dal terreno grazie alla piastra di ripartizione ed alla comprovata elasticità delle pareti. Solo una piccolissima parte del carico viene trasferita alla base ed al terminale che rimarranno stabili nel tempo grazie anche al peso inferiore di circa il 95% rispetto al pozzetto in calcestruzzo che invece tenderà a sprofondare trainando con se le tubazioni.

 

Un altro sostanziale vantaggio del progetto KMC rispetto ai sistemi in calcestruzzo ed alcuni sistemi in materiale plastico è che grazie alle speciali nervature a rete, viene garantito un piano di posa unico fra pozzetto e tubazione. Il doppio piano di posa dei pozzetti in Calcestruzzo e di alcuni pozzetti in materiale plastico non permette una facile compattazione sotto la condotta, cosa che con il tempo porta ad un cedimento con probabile rottura della stessa.